Banco lavoro #3 alloggiamento per fresatrice verticale

Ora che il banco lavoro ha la morsa è un gran bel banco, però lo guardavo nel garage e pensavo: “Chissà se avrò mai un banco fresa”, poi mi sono girato, ho visto quanto spazio aveva di sotto il mio bel banco e ho deciso: “Sarai un banco lavoro multifunzionale, come si fa in quei posti dove c’è poco spazio”.

Creazione del banco fresa

Scavo dell’alloggiamento per la piastra della fresatrice

E così ho preso la piastra da Amazon incrociando le dita perché alcune recensioni dicevano non fosse esattamente piana e senza capire se i fori preesistenti fossero buoni per la mia macchina o meno… ma ormai ho il trapano a colonna e nessun foro mi spaventa.

Appena arrivata mi sono messo a disegnare sul piano la posizione e quando mi sono convinto ho fresato il suo alloggiamento lasciando il giusto spazio per l’appoggio e per l’estrazione della mia fresatrice. Dopo aver fresato ho fatto un primo taglio con il seghetto alternativo e successivamente ho rifinito il bordo del foro con la fresatrice con delle guide sul piano, cosa per niente banale poiché la differenza di altezza non permetteva un lavoro sempre agevole perciò ho dovuto inventarmi spessori. È stato un momento critico e infatti non ci sono immagini.

Forare la piastra per il banco fresa

Quindi ho tirato fuori il trapano a colonna e ho pensato di dovergli assolutamente trovare una collocazione migliore per evitare di essere costretto ogni volta a spostare i suoi 20 Kg… Mi piace errare sì, ma non divaghiamo.

Ho posto dei pezzi di scotch carta (o carta gommata che dir si voglia), ho segnato i punti dei fori della piastra e sono andato al trapano a colonna a forare con l’aiuto di una goccia di olio. È una buona abitudine farlo per tenere freddo il punto di foratura e impedire che si impunti prevenendo il rischio di rottura.

Fissare la piastra della fresatrice

Successivamente ho posto la piastra nell’alloggio e ho segnato e creato i fori per gli inserti a vite per le viti M4 che ho posto dal lato inferiore.

Guida laterale in battuta

Ho scelto di mantenere il tavolo quanto più liscio possibile e quindi ho rinunciato alle T-track e mi sono inventato una battuta che includesse le guide: più ingombrante da riporre, ma è una soluzione.

È bastato inserire nel tavolo due inserti filettati M6, poi ai bulloni ho applicato le manopoline creando un inserto per la testa del bullone e incollandole con la poliuretanica.

 

È stato un lavoro a tratti molto delicato perché rovinare il piano avrebbe significato rovinare un pezzo non indifferente… non è venuto perfetto come lo avrei voluto, ma assolve grandiosamente alla sua funzione.

All’orizzonte: prossimi passi…

Presto realizzerò anche la piastra che fa da toppa quando uso la fresa a mano e dove posso montare anche il seghetto alternativo ribaltato.

Avrei avuto bisogno di un sistema di guide per la fresatrice in uso manuale: prometto che se mi dovesse servire nuovamente coglierò l’occasione per realizzarlo, ho già il progetto devo comprare solo questa fresa.